Ultima modifica: 23 Marzo 2020
Istituto comprensivo statale Copernico > Sei in una poesia al giorno > La primavera non se n’è accorta

La primavera non se n’è accorta

La primavera è arrivata e non si è accorta di nulla, ha trovato tutto al suo posto, il mandorlo, la betulla, e il suo solo pensiero è stato spargere fiori sugli alberi e sul prato (…) di Germana Bruno

La primavera chiama sui vetri del CampioniLa primavera è arrivata
e non si è accorta di nulla,
ha trovato tutto al suo posto,
il mandorlo, la betulla,
e il suo solo pensiero è stato
spargere fiori sugli alberi e sul prato.
La primavera non ci ha fatto caso
che noi non mettiamo fuori il naso,
non ha trovato nulla di strano,
lei non dipende dall’essere umano.
La primavera, i suoi profumi e i suoi colori,
si diffondono meravigliosamente fuori
e noi possiamo ammirarla alla finestra,
che senza noi la natura uguale resta.
Siamo noi che non siamo più uguali
senza le cose che pensavam normali
e ci accorgiamo che tutto è vivo fuori,
il mare, i monti, il cielo, i frutti, i fiori,
e ci accorgiamo che il mondo non è nostro,
ci ha dato solo, gentilmente, un posto

Germana Bruno




Link vai su