Ultima modifica: 22 Maggio 2020
Istituto comprensivo statale Copernico > Sei in una poesia al giorno > Mi guardi ma non mi tocchi. E tutto passa dagli occhi

Mi guardi ma non mi tocchi. E tutto passa dagli occhi

La vita – è il solo modo per coprirsi di foglie, prendere fiato sulla sabbia, sollevarsi sulle ali (…) di Wislawa Szymborska

Mi guardi ma non mi tocchi. E tutto passa dagli occhi.
Vicini ma un po’ distanti, siamo unici ed importanti
Sei tu dietro la mascherina? Sei un gatto, un re o una fatina?
Una tigre o un grande elefante, un clown o un principe elegante?

Lì dietro c’ è un naso e un viso, ci son io bimbo col mio sorriso
Del mondo sono assai curioso, e cerco sempre il “meraviglioso”.
Lo sguardo del resto è tutto, lì dentro c’ è il bello e il brutto

C’ è rabbia, paura e gioia, sorpresa, tristezza e noia
Nei miei occhi ci sono io, se tu mi guardi sei un po’ anche mio
Io e te insieme siamo noi e ora giochiamo a quello che vuoi.

Alberto Pellai
in Una filastrocca per rendere più facile l’uso della mascherina tra i bambini, Famiglia cristiana, 30 aprile 2020




Link vai su