Ultima modifica: 18 Aprile 2021
Istituto comprensivo statale Copernico > Sei in Aprile 21: Nuove indicazioni sorveglianza Covid 19 > ATS Milano: nuove indicazioni in formato per il web

ATS Milano: nuove indicazioni in formato per il web

Scarica e leggi il documento originale di ATS Milano Città Metropolitana Nuove indicazioni sorveglianza Covid 19 nelle scuole pdf, 769 kB prot. n. 47996 del 25 marzo 2021. Di seguito le indicazioni in formato utile per la lettura web, a vantaggio di chi ha difficoltà nella lettura dei pdf.

Nuove indicazioni sorveglianza Covid 19

Con la nota di Regione Lombardia prot. 16859 del 17.03.2021, sono state aggiornate le indicazioni relative alla sorveglianza dei casi Covid 19 e dei relativi contatti in ambito scolastico.

Il Referente COVID della scuola, avuta conferma di alunno o docente positivo, si occupa dell’inserimento sul portale, messo a disposizione da ATS, sia del caso positivo che dei contatti scolastici identificati come di seguito riportati:

  1. Per la ricerca dei contatti stretti si conferma che si considerano 2 giorni precedenti dalla data di effettuazione del tampone o dalla data inizio sintomi del caso Covid 19. Solo in ca­ so di evidenza di infezione da variante virale, identificata da ATS, la ricerca dei contatti va estesa a 14 giorni antecedenti la data di effettuazione del tampone o la data inizio sintomi del caso Covid 19;
  2. La durata della quarantena dei contatti stretti è di 14 giorni dall’ultimo contatto con il caso, ATS proporrà un tampone al termine della quarantena. La quarantena, quindi, non può es­ sere interrotta a 10 giorni, neppure con tampone. In caso di evidenza di variante virale, sarà proposto a cura di ATS il tampone molecolare anziché antigenico;
  3. Scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado. Identificazione contatti:
    • Alunno positivo. Gli alunni della classe sono considerati contatti. I docenti, se hanno rispettato le misure anti-covid (mascherina e distanziamento), non sono contatti ma effettuano un tampone molecolare e, in attesa dell’esito, possono continuare a lavorare. Per l’effettuazione del tampone l’insegnante può recarsi, senza appuntamento, presso uno dei punti tampone indicati al seguente link https://www.ats-milano.it/portale/LinkClick.aspx?fileticket=DbKIGA_q0RY%3d&portalid=0 (link aggiornato) consegnando il modulo allegato compilato in ogni sua parte.
    • Insegnante positivo. Anche se l’insegnante ha sempre usato la mascherina e mantenu­to il distanziamento, gli alunni della/e classe/i in cui il docente ha insegnato sono sem­pre considerati contatti. Qualora si verificasse un secondo caso tra gli insegnati della/e classe/i dove ha insegnato il caso, oppure di identificazione di variante, tutti i docenti della/e stessa/e classe/i vanno indicati come contatti stretti e dovranno osservare la quarantena a partire dall’ultimo giorno di scuola del secondo caso individuato;
  4. Servizi educativi e Scuole dell’infanzia. Si conferma la procedura attuale che prevede la quarantena degli alunni e degli insegnanti della bolla;
  5. Rientro a scuola. Il caso positivo Covid 19 rientra a scuola dopo guarigione con attestazio­ne rilasciata dal Medico curante. I contatti posti in quarantena possono rientrare a scuola dopo 14 giorni, in assenza di sintomi, senza attestazione del Medico curante se non effettuano il tampone o con attestazione del Medico curante in caso dì effettuazione di tampone di fine quarantena.

Nella tabella seguente sono sintetizzate le indicazioni per l’identificazione dei contatti.

SOGGETTO POSITIVO

QUARANTENA

COMPAGNI DI CLASSE/BOLLA

ALUNNI

DOCENTE/I DI CLASSE

COLLABORATORI SCOLASTICI

INSEGNANTE DI SOSTEGNO

Alunno positivo, dalla primaria alla secondaria di 2° grado

SI

NO*?

NO, se non hanno avuto contatti stretti con il positivo

SI, se è positivo il soggetto assistito e se non possono essere garantiti sia l’utilizzo mascherina sia distanziamento. Se positivo altro alunno della classe si applicano le indicazioni valide per i docenti di classe

Alunno positivo, dal nido alla scuola dell’infanzia

SI

SI

SI, se hanno prestato assistenza diretta al soggetto

positivo

SI

Docente positivo dalla primaria alla secondaria di 2° grado

SI

NO*?

NO?

NO*?

Educatore/insegnante di sostegno positivo dal nido alla scuola dell’infanzia

SI

SI

NO?

SI

Insegnante di sostegno positivo dalla primaria alla secondaria di 2° grado

SI se presente nella classe del caso altrimenti quarantena solo del soggetto assistito

NO*?

NO?

/

Collaboratori Scolastici positivi, dal nido alla scuola infanzia

SI, solo soggetti assistiti direttamente

NO?

NO?

NO?

Collaboratori Scolastici positivi dalla primaria alla secondaria di 2° grado

/

* effettuano tampone molecolare e proseguono l’attività lavorativa (anche nel periodo di attesa dell’esito del tampone). Se si verificano ulteriori casi in insegnanti della stessa classe, tutti gli insegnanti della classe entrano in quarantena

* Fermo restando che siano state rispettate le misure universali di prevenzione durante tutto l’orario di lavoro e di permanenza sul luogo di lavoro, ponendo particolare attenzione ai comportamenti di prevenzione anche non in aula (es: riunioni, pausa caffè’ e mensa, etc.)

Misure aggiuntive

Si informa inoltre che la nota regionale sopra richiamata ha previsto misure aggiuntive per le scuole  e servizi dell’infanzia. In particolare oltre a quanto già previsto per i contatti:

  • Nei plessi scolastici ove il 30% delle classi sia coinvolta da almeno un caso di Covid, oltre all’attivazione delle procedure di quarantena per i contatti, ATS valuta in base alle caratteristiche del cluster (es.: numero di classi e soggetti coinvolti, presenza di varianti, ecc.), la sospensione delle attività in presenza per l’intero plesso scolastico, l’effettuazione di uno screening completo median­ te tampone dell’intero plesso;
  • Nei plessi scolastici ove il 50% delle classi sia coinvolta da almeno un caso di Covid si procede alla sospensione delle attività in presenza per l’intero plesso scolastico e alla quarantena di tutti i sog­ getti afferenti alla scuola (ossia di tutti i bambini/studenti compresi quelli delle classi non interessate  da casi). ATS valuta, in base alle caratteristiche del cluster (es.: numero di classi e soggetti coinvolti, presenza di varianti, ecc.) l’effettuazione di uno screening completo mediante tampone dell’intero plesso che non sostituisce il tampone di fine quarantena a 14 giorni ove previsto.

Documenti utili




Link vai su