Ultima modifica: 25 Agosto 2021
Istituto comprensivo statale Copernico > Protocollo sicurezza 21/22: nota esplicativa ministero

Protocollo sicurezza 21/22: nota esplicativa ministero

#ioTornoaScuolaQuesta pagina è la versione web della nota ministeriale n. 900 del 18 agosto 2021: Trasmissione Protocollo di sicurezza a.s. 2021-2022 (pdf, 263 kB) del Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali, Ministero dell’Istruzione. Nel documento abbiamo evidenziato in giallo alcuni passi che ci sono parsi particolarmente significativi, in modo da facilitarne la lettura. Tali passi sono stati rinchiusi  tra asterischi, non visibili in fruizione di lettura con la vista, in modo da comunicare l’informazione anche alle persone che usufruiscono di sintesi vocali.

Torna alla pagina di ingresso della sezione IoTornoaScuola 21/22 del sito della nostra scuola

Trasmissione Protocollo di sicurezza a.s. 2021-2022.

Si trasmette, in allegato alla presente, il Protocollo d’intesa per l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2021/2022 nel rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19, sottoscritto dal Ministero dell’Istruzione e dalle Organizzazioni sindacali.

Il Protocollo, alla luce della normativa vigente, del parere espresso dal Comitato tecnico-scientifico e delle disposizioni del Ministero della Salute, rappresenta uno strumento operativo messo a disposizione delle istituzioni scolastiche per programmare e garantire l’erogazione del servizio in presenza in condizioni di piena sicurezza. Al riguardo si richiama il decreto-legge n. 111/2021 che, all’art. 1, prevede specifiche misure finalizzate a tutelare la sfera sociale e psico-affettiva della popolazione scolastica, soprattutto dei minori, assicurando lo svolgimento delle attività scolastiche in presenza. Si richiamano, altresì, le disposizioni del citato decreto-legge (art. 1, comma 6) secondo le quali *tutto il personale scolastico deve possedere ed è tenuto a esibire la certificazione verde COVID- 19, ad eccezione dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

Al fine di realizzare le migliori condizioni per l’erogazione del servizio nell’a.s. 2021-2022 e di dare attuazione alle numerose azioni previste nel Protocollo, il Ministero dell’Istruzione *sta provvedendo ad assegnare specifiche risorse per affrontare l’emergenza sanitaria e garantisce il costante supporto amministrativo – contabile alle istituzioni scolastiche. Si precisa che* parte di tali risorse può essere destinata a coprire i costi per effettuare tamponi diagnostici esclusivamente al personale scolastico, impegnato nelle attività in presenza e che si trovi in condizioni di fragilità sulla base di idonea certificazione medica (cfr. Circolare del Ministero della Salute n. 35309 del 04/08/2021, avente ad oggetto “Certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19”). Sul punto seguirà, in raccordo con il Commissario straordinario, la trasmissione dello schema di convenzione tra ASL e singola istituzione scolastica che verrà predisposto d’intesa con il Ministero della salute, anche attraverso l’individuazione di procedure semplificate.

Appare utile ed importante chiarire che il tampone diagnostico rappresenta uno strumento essenziale per monitorare l’andamento dell’epidemia anche all’interno della comunità scolastica. Pertanto, le scuole potranno utilizzare parte delle risorse assegnate, e in corso di assegnazione, per l’effettuazione tramite le ASL o strutture diagnostiche convenzionate di tamponi *nei confronti del solo personale scolastico fragile, dunque esentato dalla vaccinazione. Si è, infatti, inteso promuovere un’azione orientata verso coloro che, non avendo la possibilità di vaccinarsi per motivi certificati di salute, si trovano ad essere privi della primaria copertura vaccinale e, quindi, con maggiore rischio per la diffusione dell’epidemia all’interno delle istituzioni scolastiche. In questa prospettiva, la misura prevista nel Protocollo risulta un efficace strumento per il superamento dell’emergenza sanitaria che si integra con le altre misure previste dal piano di screening della popolazione scolastica che il Commissario straordinario attuerà ai sensi dell’art. 1, comma 9, del decreto-legge n. 111/2021. Per questa ragione nel Protocollo è previsto come necessario un raccordo a livello nazionale con la struttura del Commissario straordinario.

Si ringrazia per la consueta collaborazione

Il Capo Dipartimento
Jacopo Greco




Link vai su