Ultima modifica: 7 Gennaio 2020
Istituto comprensivo statale Copernico > Rendicontazione sociale 2019

Rendicontazione sociale 2019

In questa pagina riportiamo la rendicontazione sociale 2019, elaborata nel dicembre 2019 dal Nucleo interno di Valutazione, seguendo il format ministeriale.
Trattandosi di rendicontazione, tenendo anche conto del desiderio della scuola di facilitare a tutti l’accesso dei documenti e della poca usabilità del file zippato generato in automatico dal sistema, abbiamo pensato di realizzare questa versione web con i link inseriti.
Inoltre abbiamo generato due file pdf, accessibili anche alle persone con disabilità, e arricchiti di segnalibri per facilitare la navigazione. Il primo pdf, più snello, ha le evidenze linkate, mentre il secondo pdf contiene le evidenze internamente:

Sommario

Contesto e risorse

Territorio e capitale sociale

Opportunità

Il territorio in cui opera l’istituto Copernico di Corsico è molto composito, sia dal punto di vista della realtà produttiva, dei servizi delle risorse culturali, sia sotto quello della stratificazione sociale della popolazione, della provenienza geografica e delle condizioni economiche e culturali delle famiglie.

La presenza di stranieri, maggiore rispetto a quelli dei comuni vicini (Corsico 15,9% a gennaio 2019), registra un graduale incremento di arrivi, in particolare di studenti neoarrivati, nella nostra scuola.

Questo contribuisce a rendere ancora più variegata la realtà nella quale l’istituto si trova a operare, caratterizzata anche da una non omogenea distribuzione di servizi sociali all’interno del comune stesso, in particolare nell’area che intorno al quartiere Curiel, dove negli ultimi due anni la scuola è però riuscita ad avere un numero di iscrizioni sufficienti per invertire la tendenza e riaprire una classe prima.

Sinergia tra scuola e territorio attraverso

  1. contributi e servizi dell’Ente locale, variabili di anno in anno per:
    • diritto allo studio (acquisto materiale)
    • mensa scolastica, pre-post orario, con tariffe correlate a ISEE
    • educatori per alunni con disabilità
    • progetti vari gestiti dall’ente (e pertanto non inseriti nel RaV di quest’anno): acquaticità per alunni con disabilità, Consiglio comunale
    • dei ragazzi, Philosophy for children, Arrampicata, Specialista di educazione motoria per scuola primaria; Amico vigile, Protezione civile
    • alcuni interventi di formazione sulla prevenzione del cyberbullismo
  1. collaborazione con alcune realtà del territorio che hanno aiutato nella scuola nello sviluppo di alcune progettualità (settimana della gentilezza, interventi nelle scuole, progetto affettività, …)
  2. incremento rapporti positivi con servizi sociali e servizio tutela minorile
  3. relazione positiva con il Comitato genitori nel sostegno delle attività didattiche e nella promozione della scuola
  4. accordi di rete nell’ambito 25 per la realizzazione di progetti didattici comuni e per la formazione del personale.
  5. accordo di rete eccellenza CLIL e altri accordi di rete con scuole del territorio, con particolare riferimento a progetti per recupero dispersione scolastica
  6. rapporti positivi con la parrocchia di Sant’Antonio nel recupero di casi difficili
  7. rapporti di scambio di esperienze, presentazione di libri e film con la biblioteca comunale

Il contesto territoriale, molto variegato ed eterogeneo, sconta una carenza di luoghi di aggregazione e risorse, in particolare nel quartiere Lavagna, dove sono situati la scuola dell’infanzia Cabassina e la scuola primaria Curiel.

Vincoli
  • tasso di alunni figli di immigrati superiore alla media regionale
  • manca un esplicito patto di alleanza educativa stipulato con i diversi stakeholders
  • esiguità contributo comunale Diritto allo studio per sostegno studenti e attività progettuali organizzate in proprio della scuola (meno di 5000 euro all’anno per attività didattiche)
  • amministrazione comunale in stato di commissariamento

Risorse economiche e materiali

Opportunità

Le risorse economiche disponibili, oltre agli stanziamenti statali, provengono dall’amministrazione comunale (Diritto allo studio, circa 7000 euro/anno, comprensivi di 2000 euro per le funzioni miste) e dal contributo volontario (ca. 12 euro/anno). La scuola ha partecipato a due PON, per uno dei quale si attende definitiva approvazione (ventiduesima posizione regionale), riceve fondi per la partecipazione a progetti e sta studiando dii attivare ulteriori fonti di finanziamento.

Le strutture beneficiano di interventi realizzati in sinergia con il Comitato dei genitori (aule di robotica e arte; ripittura e risistemazione di aule e spazi primaria e secondaria)

Scuola dell’infanzia

  • Spazi esterni: giardini con giochi in legno.
  • Interni: salone, angoli attrezzati, laboratori polifunzionali, ambienti e angoli destinati ad attività varie, spazio lettura per il riposo pomeridiano. Il plesso Cabassina è dotato di aula di psicomotricità.

Scuola Primaria: Copernico

  • Laboratori attrezzati: informatica, aula riunioni con LIM, musica, audiovisivi, pittura, ceramica, scienze, sostegno, biblioteca, palestra di psicomotricità, palestra con spogliatoi. Mensa.
  • Locale infermeria e servizio igienico per disabili. 21 aule per le classi con computer e 21 Lim, una per classe, più 4 LIM in laboratori e spazi comuni.
  • Nuovo spazio relax con libri e riviste a disposizione e spazio book-crossing
  • Su ogni piano locali adibiti ai servizi igienici. Infissi in alluminio. Ascensore.

Scuola primaria Curiel

Informatica, ceramica e palestra, biblioteca, spazio book-crossing. LIM in ogni aula

Scuola secondaria di I grado

  • Laboratori linguistici, multimediale con LIM, LIM in ogni classe e laboratorio, arte, scienze, musica, audiovisivi, sostegno, biblioteca, Aula Magna.
  • Palestra attrezzata con servizi igienici e spogliatoi.
  • Scaffale book-crossing
  • Porte antipanico e rampe per disabili.
Vincoli

Le risorse economiche disponibili consentono la realizzazione di percorsi didattici adeguati, anche se maggiori introiti consentirebbero un ulteriore miglioramento dell’offerta formativa.

Scuole Primarie e Scuola Secondaria di Primo Grado: le strutture esterne risentono dei danni causati da scarsa manutenzione, soprattutto per quanto riguarda alcuni elementi strutturali. Il plesso della scuola primaria del quartiere Lavagna necessita di manutenzione straordinaria.

Aule piccole rispetto al numero degli alunni presenti nella primaria del quartiere Giorgella. Ampie finestre, che però non sono a norma, vetri in attesa di sostituzione.

Le scuole sono tutte adeguate al superamento delle barriere architettoniche.
Alcuni problemi di regolazione della temperatura interna nei mesi invernali.

Torna al Sommario

Risorse professionali

Opportunità

Nella scuola si è assistito ultimamente a un certo ricambio che ha leggermente diminuito l’età media: questo può permettere alla scuola di investire maggiormente su personale con più anni di insegnamento davanti.

Piuttosto elevate sono le competenze professionali, in particolare è elevato il numero di docenti in possesso di certificazioni linguistiche adeguate, in considerazione anche che la scuola è scuola Bei-Clil.

Alcuni docenti, inoltre, hanno avuto o hanno significative esperienze nel campo della formazione universitaria (alcuni part-time con semiesonero all’Università) o come distaccati su progetto in ufficio scolastico regionale.

Vincoli

Resta leggermente superiore alle medie regionali e nazionali la percentuale di docenti a tempo determinato, anche a causa degli spezzoni orari.

Torna al Sommario

Risultati raggiunti

Risultati legati all’autovalutazione e al miglioramento

Risultati scolastici

Priorità

Traguardi

Aumento del livello di apprendimento di tutti gli alunni

Riduzione insuccessi scolastici (non ammissioni e abbandoni) nella secondaria con allineamento alle medie regionali e in ogni caso non superiori al 3%

Attività svolte

La priorità individuata nel 2017/2018 è stata indicata a causa dell’elevato numero di ripetenze riscontrate fino al 2016/2017. Tale percentuale mostrava no un numero di non ammissioni alla classe successiva, nella scuola secondaria, circa tripla rispetto alle medie nazionali e regionali.

Al fine di intervenire su tale criticità, il collegio, in sintonia con il decreto legislativo 62/2017 ha lavorato incrementando il rapporto con i servizi sociali, accompagnando i percorsi degli studenti con piani personalizzati più vicini alle loro inclinazioni e potenzialità, attivando forme di collaborazione con il Cpia 3 Milano sud “Alberto Manzi”, ridefinendo i traguardi di fine ciclo del curricolo verticale, attuando nuove azioni di miglioramento, così come esplicitamente richiesto dal d.lgs. 62. In taluni casi, inoltre, il collegio ha meglio definito alcune deroghe al 25% massimo delle assenze, in collaborazione con i servizi sociali.

Le azioni di miglioramento e di supporto agli studenti e alle studentesse con lacune hanno coinvolto negli anni scolastici 2017/2018 e 2018/20919, oltre a una pausa didattica in matematica, interventi musical-letterari condotti dai docenti di potenziamento musicale (argomento: musica d’autore), lo sviluppo delle attività del gruppo sportivo e l’affiancamento di un tutor interno, individuato dai ragazzi, in grado di supportare gli studenti in difficoltà e di monitorare lo stato di attuazione di una sorta di “contratto formativo” firmato dallo studente, dal docente coordinatore di classe, dai genitori e dal dirigente scolastico.

Altro intervento è stato sul clima complessivo della scuola, nel tentativo di favorire maggiore coesione all’interno della componente docente, attraverso la valorizzazione delle diverse risorse professionali. Strumenti condivisi sono stati una maggiore attenzione ad alcuni temi di cittadinanza attiva (tra cui la settimana della gentilezza), la condivisione della carta dei valori, la redazione di protocolli condivisi (disabili, stranieri, Dsa, nuovo docenti) e l’utilizzo, promosso a partire dal novembre 2017 delle Gsuite come strumento ci confronto e condivisione di pensieri, risorse e proposte didattiche e formative. Di alcune di queste attività si farà tuttavia menzione in altro punto della rendicontazione.

Risultati

Gli esiti del 2018/3019 confermano un’inversione di tendenza rispetto agli anni fino al 2016/2017.

Le ripetenze, infatti sono passate, nei tre anni della secondaria, dal 7,31% del 2015/2016 e dall’8,30% del 2016/2017 al 2,80% del 2017/2018 e al 2,90% del 2018/2019.

Un ulteriore dato a favore è costituito dal dato restituito dal Miur concernente gli esti degli studenti nel primo anno delle superiori.

Evidenze

 

Non ammissioni dal 2014 al 2019: primi due anni medie

Studenti ammessi alla classe successiva – SECONDARIA I GRADO – Fonte sistema informativo del MIUR

Documento allegato: evidenza1-rs2019-risultati-scolastici.pdf (pdg, 249 kB)

Torna al Sommario

Risultati legati alla progettualità della scuola

Obiettivo formativo prioritario 1 (competenze lingua inglese)

Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all’italiano nonché alla lingua inglese e ad altre lingue dell’Unione europea, anche mediante l’utilizzo della metodologia Content language integrated learning.

Attività svolte

La scuola è parte delle reti “Eccellenza Clil nel primo ciclo” e “Erasmus+ KA1”.

Tra le sei scuole fondatrici del progetto BEI-Clil, ha mantenuto negli anni la caratteristica di scuola in grado di incentivare l’apprendimento della lingua inglese per la comunicazione, attraverso una proposta oraria di 5 ore settimanali nella primaria e di moduli di almeno 20 ore/anno di moduli Clil in ogni classe della secondaria di primo grado.

Negli ultimi due anni, al fine di accompagnare al meglio la transizione delle bambine e dei bambini dell’infanzia nel passaggio alla scuola primaria, si è sperimentato l’assegnazione della disciplina di Inglese non più a un insegnante dedicato (di fascia, cioè di interclasse), ma a un “insegnante curricolare”. In questo modo, si ritieni di favorire una maggiore flessibilità didattica e, nel contempo, di promuovere maggiori apprendimenti negli altri saperi in una relazione didattica più centrata sui bisogni del bambino. Tale sperimentazione è stata attuata nei primi due anni del quinquennio di primaria.

Nella secondaria il potenziamento linguistico si è sviluppata, oltre che con le attività del Clil, anche attraverso lo svolgimento di corsi di preparazione alle certificazioni KET e DELF, rivolti agli studenti delle classi terze.

Risultati
  • Buoni risultati Invalsi in Inglese
  • Sperimentazione di libri autoprodotti in alcune classi
  • Attività di eTwinning e Job shadowing
  • Certificazioni linguistiche
  • Apertura spazio Classroom con materiali a disposizione
Evidenze

Documento allegato: evidenza1-rs2019-inglese.pdf (pdf, 304 kB)

Torna al Sommario

Obiettivo formativo prioritario 2 (competenze musicali e artistiche)

Potenziamento delle competenze nella pratica e nella cultura musicali, nell’arte e nella storia dell’arte, nel cinema, nelle tecniche e nei media di produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni, anche mediante il coinvolgimento dei musei e degli altri istituti pubblici e privati operanti in tali settori

Attività svolte

Oltre alla pratica laboratoriale, che caratterizza l’insegnamento dell’arte (arte e immagine) e della musica (strumento, canto) nella primaria e nella secondaria, si segnalano le attività promosse dal potenziamento musicale nella secondaria.

Tra queste, le attività pomeridiane opzionali di musica nella secondaria e gli interventi per il potenziamento dell’italiano, a partire dalla canzone d’autore.

Si segnala anche la partecipazione al progetto MUSAMI, che ha coinvolto studenti dell’infanzia e della primaria.

Risultati
  • Alto coinvolgimento e partecipazione degli studenti
  • Partecipazione del coro della secondaria alla giornata di inaugurazione dell’anno scolastico regionale (12 settembre 2018), alla presenza del direttore generale, dott.ssa Campanelli, del presidente di Regione Lombardia e del sindaco del Comune di Corsico
  • Esibizioni coristiche e strumentali nel corso delle feste di fine anno
  • Presentazione degli esiti del progetto MUSAMI ai genitori
Evidenze

Documento allegato: evidenza1-rs2019-musica.pdf (pdf, 162 kB)

Torna al Sommario

Obiettivo formativo prioritario 3 (competenze di cittadinanza attiva)

Sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell’educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell’assunzione di responsabilità nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri; potenziamento delle conoscenze in materia giuridica ed economico-finanziaria e di educazione all’autoimprenditorialità.

Attività svolte

Come ICS Copernico abbiamo diversi progetti/azioni attivi con riferimento all’esercizio di forme di cittadinanza attiva. Tra questi:

  • Esercizi di democrazia (promosso da Comitato genitori, Coordinamento genitori democratici e Anpi) rivolto alla scuola secondaria. Un articolo della Costituzione all’anno; nel 2017/2019 l’articolo 4 sul lavoro;
  • Una giornata a Parlamento europeo, sede di Milano (classi seconde secondaria), ospiti del dott. Bruno Marasà, Direttore Ufficio a Milano del Parlamento europeo;
  • Visita ai ricoveri per anziani (classi seconde primaria, nell’ambito delle attività previste per il Natale);
  • Incontro sul tema “Il volto umano dell’esserci” con Vito Fiorino (salvatore di 40 vite al largo di Lampedusa nell’ottobre 2013), don Massimo Mapelli (prete di strada, da sempre a fianco di nomadi e minori migranti per dare loro accoglienza) e Carlo Marconi (maestro elementare, autore di Al di qua e al di là del mare, filastrocche migranti, autore inoltre, di un intervento, a base di filastrocche e accoglienza, con gli studenti di quarta e quinta primaria);
  • Settimana della gentilezza, di cui l’ICS Copernico è promotore, che quest’anno ha visto l’adesione di 132 scuole italiane appartenenti a 17 regioni diverse;
  • Il manifesto della Comunicazione non ostile (Secondaria);
  • Progetti legati al fair play sportivo;
  • Consiglio Comunale dei Ragazzi;
  • Philosophy for Chilfdren;
  • Partecipazione a Sfidautismo con attività nelle classi;
  • Giornata ecologica;
  • Laboratorio teatrale Percorso esplorato (classi quinte primaria)
  • Progetto Protezione civile con sperimentazione di tecniche di soccorso e forme di cittadinanza attiva, con notte fuori casa
  • Progetto “Coloriamo la scuola”, promosso dal Comitato genitori, con la partecipazione di genitori, studenti, docenti e personale ATA (plesso Copernico e plesso Campioni Mascherpa).
Risultati

Miglioramento competenze di cittadinanza, consolidamento dialogo tra componenti, condivisione di momenti di cittadinanza attiva anche con i genitori, sviluppo senso di appartenenza alla comunità scolastica

Evidenze

Documento allegato: evidenza1-rs2019-cittadinanza.pdf (pdf, 242 kB)

Torna al Sommario

Obiettivo formativo prioritario 4 (potenziamento discipline motorie)

Potenziamento delle discipline motorie e sviluppo di comportamenti ispirati a uno stile di vita sano, con particolare riferimento all’alimentazione, all’educazione fisica e allo sport, e attenzione alla tutela del diritto allo studio degli studenti praticanti attività sportiva agonistica

Attività svolte

Oltre alle attività relative a una corretta educazione alimentare (che ha coinvolto alcuni docenti dell’infanzia e della primaria in un progetto promosso da USR Lombardia), a un corso di disostruzione (scuola dell’infanzia), alla partecipazione di alcune classi della primaria a un progetto dell’amministrazione comunale che ha coinvolto un esperto specialista in attività motorie, segnaliamo le attività promosse dal Gruppo sportivo nella scuola secondaria.

Oltre alla partecipazione ai campionati studenteschi in diverse discipline, si è molto insistito sul valore educativo della pratica sportiva con attività come:

  • Fair play sportivo con torneo inserito all’interno della Settimana della gentilezza;
  • Io arbitro;
  • Istruttore per un giorno;
  • La scuola allo stadio

La attività del gruppo sportivo hanno coinvolto studentesse e studenti di tutte le classi e si sono svolte, come ampliamento dell’offerta formativa, di pomeriggio, da gennaio a maggio.

Risultati
  • Aumento consapevolezza del valore fair play nella pratica sportiva, anche agonistica, attraverso un comportamento rispettoso nei confronti degli arbitri e degli avversari:
  • Campionati studenteschi, Titoli ragazze/i
    • Campioni Provinciali e Regionali Baseball
    • Campioni Provinciali 1000 metri e Salto in alto
    • Vice Campioni Provinciali Getto del Peso e 60 metri
  • Campionati studenteschi, Titoli cadette/i
    • Campioni Provinciali e Regionali Nuoto 25 metri Stile Libero disabili
    • Vice Campioni Provinciali 50 metri Stile Libero e Dorso
    • Vice Campioni Provinciali Calcio
Evidenze

Documento allegato: evidenza1-rs2019-edmotoria.pdf (pdf, 159 kB)

Torna al Sommario

Obiettivo formativo prioritario 5 (competenze digitali)

Sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo al pensiero computazionale, all’utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media nonché alla produzione e ai legami con il mondo del lavoro.

Attività svolte

In attesa del nuovo curricolo digitale verticale, in lavorazione quest’anno, le attività si sono svolte in modo diversificato, attraverso la promozione di competenze digitali sviluppate attraverso l’uso della tecnologia, quando serve, in funzione della didattica quotidiana (sia nella scuola primaria che nella scuola secondaria). Anche gli ambienti utilizzati sono stati diversificati (Gsuite, software per creare mappe, Kahoot, exeLearning, padlet, edpuzzle, ecc.)

A questo proposito, è proseguita l’attività formativa da parte dell’animatore digitale, che ha coinvolto tutti gli ordini di scuola, con particolare riferimento all’uso didattico della LIM, all’utilizzo delle Gsuite (con alcuni riferimenti alla produzione di documenti collaborativi) e alla presentazione di ambienti open source online.

In particolare, si segnala, a integrazione di quanto detto:

  • l’utilizzo del nuovo laboratorio di robotica e coding da parte di alcune classi della primaria;
  • il progetto Bambino autore;
  • Il Robotica day alla scuola primaria Curiel, come restituzione ai genitori del progetto di robotica;
  • la partecipazione da parte delle classi della secondaria al Bebras dell’informatica, organizzato da Alladin, Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Informatica;
  • la cittadinanza nel web e nei social attraverso il manifesto della Comunicazione non ostile;
  • policy sull’uso dei device, degli ambienti digitali, dei social network, dei laboratori e della tecnologia.

Nello sviluppo della cultura digitale a scuola, inoltre la scuola, oltre a procedere alla dematerializzazione documentale a livello amministrativo e didattico, ha consolidato l’uso del digitale nella comunicazione interna e nella produzione di documenti condivisi, ha mostrato cura nella redazione di documenti (e pagine del sito) usabili e accessibili anche alle persone con disabilità, ha rafforzato l’uso del registro elettronico come strumento di comunicazione con le famiglie (valutazioni, attività svolte in classe, attività da svolgere a casa, prenotazione colloqui, comunicazioni e avvisi, svolgimento scrutini ed esami).

Risultati
  • Accrescimento delle competenze digitali da parte degli studenti della scuola
  • Buona affluenza di genitori al Robotica day del plesso Curiel (risultato importante al fine della rivalutazione e riqualificazione del plesso)
  • Selezione del progetto Bambino autore come una delle migliori 6 pratiche didattiche nazionali con partecipazione all’evento annuale Miur sulle competenze digitali
Evidenze

Documento allegato: evidenza1-rs2019-comp-digitali.pdf (pdf, 830 kB)

Torna al Sommario

Obiettivo formativo prioritario 6 (prevenzione e contrasto dispersione)

Prevenzione e contrasto della dispersione scolastica, di ogni forma di discriminazione e del bullismo, anche informatico; potenziamento dell’inclusione scolastica e del diritto allo studio degli alunni con bisogni educativi speciali attraverso percorsi individualizzati e personalizzati anche con il supporto e la collaborazione dei servizi socio-sanitari ed educativi del territorio e delle associazioni di settore e l’applicazione delle linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati, emanate dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca il 18 dicembre 2014.

Attività svolte

Le attività svolte in riferimento al piano di inclusione degli studenti con BES riguardano in particolare gli interventi coordinati dalla funzione strumentale per l’inclusione, attraverso attività volte a:

  • monitorare i percorsi di inserimento ed inclusione per garantire il successo formativo di ogni studente nel rispetto della verticalità dell’istituto favorendo reali processi di integrazione e inclusione attraverso azioni relative:
    • allo sviluppo di azioni di sostegno alla didattica per gli alunni con disabilità e di azioni a supporto degli alunni con BES;
    • alla cura della documentazione (PDP, PEI, …) con la creazione anche di un archivio riservato (attraverso le Gsuite) con predisposizione di materiali per la rilevazione periodica e il monitoraggio degli interventi;
    • al monitoraggio dell’applicazione del protocollo di accoglienza degli alunni con disabilità e di alunni stranieri neoarrivati;
    • alla promozione di rapporti di collaborazione con le famiglie anche attraverso il coordinamento del GLI;
    • all’analisi e monitoraggio del livello di inclusività della scuola secondo quanto indicato nel PAI;
    • allo sviluppo di azioni di prima alfabetizzazione per studenti stranieri neoarrivati e di seconda alfabetizzazione per studenti stranieri con difficoltà linguistiche e comunicative;
    • alla partecipazione al progetto di USR Lombardia contro le ludopatie
    • alla cura dei rapporti tra gli operatori della scuola e quelli dei servizi socio-sanitari dell’ente locale e delle cooperative;
    • al consolidamento e potenziamento delle risorse per l’integrazione, ivi comprese quelle tecnologiche;
    • al supporto ai docenti nella compilazione dei PDP e dei PEI e sviluppo di interventi di screening e/o rilevazioni di difficoltà nella letto-scrittura;
    • alla partecipazione ad azioni di accompagnamento alla gestione di bambine e bambini con autismo, attraverso la partecipazione di una ventina di docenti a incontro promosso a scuola da operatrici de La sacra Famiglia;
    • alla attuazione di momenti di formazione interna sul nuovo modello di PEI in chiave ICF e su tematiche dell’inclusione scolastica;
    • allo sviluppo di collaborazioni esterne con la scuola polo per l’inclusione dell’ambito 25 e con operatrici dei servizi territoriali e delle neuropsichiatrie, chiamate a partecipare a incontro del GLI

Per quanto riguarda alcune attività di contrasto alla dispersione scolastica nella secondaria si rimanda al punto sui Risultati scolastici.

Si segnala, inoltre, la partecipazione al progetto “In&Out” contro la dispersione scolastica. Il progetto, della durata di 3 anni, promuove la prevenzione della dispersione e dell’abbandono scolastici di adolescenti 11-17 anni nel distretto di Corsico (MI), con particolare attenzione ai BES delle scuole medie e ai minori del circuito distrettuale della Tutela Minori e Famiglia).

Risultati
  • Primo sviluppo archivio digitale per studenti con disabilità e con BES
  • Produzione protocolli di accoglienza studenti con disabilità, con DSA e stranieri (vedi evidenza relativa al punto Risultati scolastici)
  • Diminuzione non ammissioni scuola secondaria, che in passato riguardavano, in particolare, studenti con BES e consolidamento collaborazione con Cpia 3 Milano sud (vedi punto Risultati scolastici)
  • Ottimi risultati di efficacia, partecipazione e soddisfazione dei laboratori relativi al progetto In&Out: “Dal seme al piatto” e “I vegetali nel giardino della scuola” (vedi evidenza)
  • Aumento da settembre delle classi seconde e dei docenti partecipanti al progetto In&Out
Evidenze

Documento allegato: evidenza1-rs2019-progetto-in-out-laboratori1819-rid.pdf (pdf, 2 MB)

Torna al Sommario

Obiettivo formativo prioritario 7 (scuola come comunità attiva)

Valorizzazione della scuola intesa come comunità attiva, aperta al territorio e in grado di sviluppare e aumentare l’interazione con le famiglie e con la comunità locale, comprese le organizzazioni del terzo settore e le imprese.

Attività svolte
  • Consolidamento relazioni con i genitori attraverso la collaborazione in iniziative varie, promosse sia dal Comitato genitori, sia dal Consiglio d’istituto (iniziativa Coloriamo la scuola, Sfidautismo, Esercizi di democrazia, ecc. con raccolta di fondi a beneficio dell’ampiamento dell’offerta formativa
  • Consolidamento degli strumenti di comunicazione tradizionali (ufficio di presidenza aperto per colloqui con i genitori) e digitali (email istituzionale; creazione di mailing list di collegamento per membri Consiglio d’istituto; attivazione canale Twitter)
  • Sviluppo relazioni con associazioni e realtà del territorio (Legambiente, Associazione Itaca, Parrocchia di sant’Antonio) e servizi territoriali (Assistenti sociali, cooperativa che gestisce educatori, neuropsichiatrie, Tutela minori) con condivisione di strategie e interventi
  • Attività di visiting da parte delle scuole dell’infanzia a due scuole particolarmente innovative: la scuola dell’infanzia comunale Fratelli Grimm di Milano e la scuola dell’infanzia comunale di via Sospello di Torino;
  • Progetto orto scuola primaria con partecipazione attiva di genitori e nonni;
  • Stesura della Carta dei valori, che, se pur inizialmente rivolta al personale docente, ma in estensione alle altre componenti, contiene in diversi punti impegni nei confronti delle famiglie e del territorio, anche in chiave di accoglienza dei bisogni espressi dal territorio stesso
Risultati
  • Incremento delle relazioni (incontri e mail) con le famiglie
  • Soddisfazione globale mostrata dai genitori ed espressa attraverso la compilazione di un questionario di valutazione sull’esperienza scolastica (vedi ulteriore documento di rendicontazione)
  • Buone relazioni con i servizi sociali, testimoniati dalla frequente collaborazione con gli stessi (contatti dei docenti con le neuropsichiatrie pari a circa 80 ore/anno extra orario di lavoro)
  • Instaurazione di relazioni didattiche e umane significative con le insegnanti delle due scuole comunali visitate con scambio di materiali, esperienze e pratiche di documentazione
  • Buon riscontro avuto dalla Carta dei valori e delle azioni ad essa connessi (alcune delle quali si riferiscono alle relazioni con famiglie e territorio). In allegato come evidenza.
Evidenze

Documento allegato: carta-dei-valori-ics-copernico-1819.pdf (pdf, 863 kB)

Torna al Sommario

Obiettivo formativo prioritario 8 (orientamento – continuità)

Definizione di un sistema di orientamento

Attività svolte

Nella nostra scuola (primo ciclo), oltre alle attività di orientamento per la scelta della scuola secondaria, dallo scorso anno abbiamo sviluppato un intenso quadro di interventi e di attività a sostegno di percorsi in continuità tra i diversi ordini di scuola.

Abbiamo promosso diverse giornate di attività comuni tra bambine e bambini di 5 anni e bambine e bambini di prima primaria e tra ragazze e ragazzi di quinta primaria e prima secondaria.

Gli studenti di quinta primaria, inoltre, hanno partecipato a un laboratorio teatrale (“Percorso esplorato”) sul tema della continuità e della consapevolezza delle proprie potenzialità.

Particolare attenzione, infine, si è rivolta alla continuità tra le due scuole del quartiere Lavagna (infanzia Cabassina e primaria Curiel), caratterizzato dall’assenza di servizi con progressiva perdita di punti di riferimento di socializzazione (chiuse recentemente biblioteca e centro di aggregazione giovanile).

Parte di queste attività sono state riportate nel giornalino “Scuola di carta”, realizzato dalle classi quinte della scuola primaria.

Risultati
  • Redazione di tre numeri del giornalino Scuola di carta
  • Spettacolo di fine anno “Percorso esplorato” al’auditorium dell’istituto Falcone Righi di Corsivo
  • Giornata dell’orientamento, rivolta a studenti e genitori di terza secondaria, con stand, presentazioni e incontro con insegnanti di una ventina scuole superiori del territorio
  • Maggiore conoscenza e collaborazione tra docenti appartenenti a ordini di scuola diversi
Evidenze

Documento allegato: evidenza1-rs2019-orientamento-completo.pdf (pdf, 1 MB)

Torna al Sommario

Prospettive di sviluppo

Le prospettive di sviluppo sono rintracciabili nella tabella Linee di indirizzo-azioni inserita in appendice al Ptof e nel piano di miglioramento riferito all’anno scolastico 2019/2020. Entrambi i documenti sono visionabili sul sito.

Esiste anche una versione pdf, scaricabile:

Torna al Sommario

Altri documenti di rendicontazione

Documento allegato: Questionario genitori di valutazione sulla scuola, novembre 2019. Con guida alla lettura, questionari infanzia, primaria e secondaria, confronti. Documento completo questionari 2019  (pdf, 3 MB)




Link vai su